AbiliCity, l'applicazione per tutti, nata in Bicocca e sbarcata al Parlamento Europeo

Immagine Ateneo

Il progetto AbiliCity nasce tra le mura della nostra Università durante il corso, tenuto da Alessio Beltrami, di Teoria e Tecnica dei Nuovi Media. Le due ideatrici - Caterina Maria Cozzoli e Camilla Lurani Cernuschi, studentesse del corso di laurea triennale in Scienze Psicosociali della Comunicazione - non si sono fermate alla semplice presentazione in aula del progetto, ma hanno creduto nell'importanza del loro messaggio e nella potenzialità della loro idea.

Il 9 novembre AbiliCity ha superato i confini della Bicocca giungendo a Bruxelles.
Il progetto è infatti stato presentato al Parlamento Europeo durante la conferenza "Integr-abilità", su invito dell'assistente parlamentare Marcos Cappato. Questa iniziativa ha permesso alle nostre due studentesse di entrare in contatto con parlamentari entusiasti del progetto e di ampliare la visibilità della loro iniziativa.

AbiliCity è un'applicazione ideata per migliorare la qualità della vita delle persone con disabilità intellettiva e/o fisica, fornendo informazioni immediate per soddisfare le loro esigenze quotidiane. Obiettivo primario è rendere accessibili, con un semplice click, spazi di crescita al di fuori del contesto familiare e di altre strutture terapeutiche o educative, spazi spesso preclusi alle persone con disabilità.

Grazie a un'impostazione semplice e intuitiva, l'app risponde alla richiesta di informazioni chiare e organizzate sulle tre principali sfere della vita quotidiana: mobilità, opportunità lavorative e svago.

La sezione dedicata alla mobilità, per mezzo di segnalazioni da parte degli utenti, offre la possibilità di consultare una mappa accessibile della città di interesse, fornendo informazioni in tempo reale sull'accessibilità di rampe, parcheggi, ristoranti, mezzi di trasporto pubblico e altro ancora.

Per quanto riguarda l'accesso al lavoro, AbiliCity mira a facilitare la ricerca di opportunità lavorative, consentendo a tutti di sfruttare al meglio le proprie competenze e acquisire nuove abilità.

La sezione dedicata alle associazioni fornisce un elenco di organizzazioni locali, visualizzabili come lista o sulla mappa della città di interesse. Queste vengono filtrate in funzione delle attività proposte, facilitando la ricerca sia di potenziali volontari che di nuovi associati.

Nella sezione eventi, gli utenti possono trovare una lista di tutte le iniziative sociali dedicate nella città di interesse, alle quali è possibile iscriversi con un semplice click. Questo approccio mira a favorire l'integrazione attraverso una vasta gamma di attività culturali, sportive e ricreative, superando barriere fisiche e mentali.

AbiliCity, al momento, rimane un progetto in fase di sviluppo, ma si auspica che possa concretizzarsi nel futuro. Per comprendere meglio il funzionamento dell'app, è possibile consultare l'opuscolo digitale informativo, realizzato nel corso di Visual Design tenuto da Giulia Bertuzzo, o navigare all'interno della simulazione dell'app AbiliCity tramite il link qui allegato.

Ogni elemento presente in questi link è stato realizzato interamente dalle studentesse ed è frutto di un'attenta ricerca mirata a combattere lo stigma, il pregiudizio, la violenza e la discriminazione nei confronti dei portatori di disabilità.