Scienze e tecniche psicologiche

Corso di laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche, d.m. 270/2004, Classe L-24 – Scienze e Tecniche Psicologiche (Psychological Sciences)

Attenzione: a partire dall'a.a. 2013-2014 tutti le informazioni e i materiali relativi agli insegnamenti per studenti iscritti saranno reperibili al link http://psicologia.elearning.unimib.it

 Le informazioni seguenti sono rivolte agli studenti che si sono iscritti al primo anno a partire dall'anno accademico 2008-2009 e mirano a descrivere l'organizzazione del CdL.


 

Il Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche (STP) (Classe L-24) ha una durata triennale. Come per tutti i Corsi di laurea italiani sotto la vigente legislazione, le attività che lo studente è tenuto a svolgere in questi tre anni sono quantificate in termini di Crediti Formativi Universitari (CFU). Ogni CFU corrisponde a circa 25 ore di lavoro da parte dello studente, ripartite tra lezioni, studio e/o attività pratiche. Il Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche prevede l’acquisizione di 180 CFU. Le attività didattiche consistono in lezioni frontali, esercitazioni, laboratori e attività di tirocinio. Il corso prevede complessivamente: 13 esami obbligatori (7 nel primo anno, 5 nel secondo, 1 nel terzo) e 4 esami a scelta guidata (da scegliere tra una vasta offerta attivata al secondo e terzo anno). A questi si aggiungono gli esami necessari alla acquisizione dei 16 CFU a scelta libera nel terzo anno; la norma prevede il computo di un esame per questa tipologia di attività, qualunque sia il numero di esami sostenuti. Per acquisire i 16 CFU a scelta libera, lo studente può selezionare esami previsti tra le attività affini e integrative che il Corso di laurea attiva al II e al III anno di corso, o può scegliere qualsiasi altro esame presente in altri Corsi di laurea triennali dell’Ateneo di Milano-Bicocca. In totale, quindi, i CFU acquisiti tramite esami sono 152. I CFU rimanenti sono acquisiti con tirocini formativi e di orientamento (per un totale di 4 CFU), altre attività formative nell’ambito delle altre conoscenze utili per l’inserimento nel mondo del lavoro (14 CFU, da selezionare in una vasta offerta attivata dal Dipartimento, ripartiti in una scelta di 8 CFU al secondo anno e in una scelta di 6 CFU al terzo anno), sostenendo la prova di inglese (3 CFU), di informatica (3 CFU) e la prova finale (4 CFU).

Vai all'elenco dei corsi per percorso formativo

Percorso unico

Informazioni dettagliate

Gli obiettivi formativi

Il Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche si propone di fornire i fondamenti teorici e le competenze di base della psicologia utili per comprendere il comportamento individuale, dei gruppi e dei sistemi sociali, nonché per favorirne il cambiamento e lo sviluppo. Tali contenuti e competenze possono essere raggruppati in quattro principali ambiti:

- Contenuti teorici e competenze di base atte a descrivere ed eventualmente a promuovere il cambiamento del funzionamento psicologico individuale.

- Contenuti teorici e competenze di base atte a descrivere ed eventualmente modificare le relazioni tra gli individui e i processi psicosociali sottostanti ai gruppi, alle organizzazioni e ai sistemi sociali.

- Conoscenze di carattere interdisciplinare, inerenti la biologia, la filosofia, la sociologia, la linguistica, l'economia, atte a fornire un background culturale allo studente indispensabile per comprendere il contesto socio-culturale in cui si sono sviluppate e si sviluppano le principali teorie psicologiche.

- Conoscenze di metodologia della ricerca qualitativa e quantitativa in modo che lo studente possa iniziare ad impratichirsi con le principali metodologie utilizzate dalla ricerca psicologica.

Il Corso di laurea si propone in primo luogo di fornire allo studente una solida base di conoscenze sulle principali teorie e metodologie utilizzate dalla psicologia e di introdurre lo studente alle competenze necessarie alla pratica e alla ricerca psicologica, al fine di permettergli una proficua continuazione degli studi nei Corsi di laurea Magistrale in Psicologia. Il Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche non trasmette le competenze necessarie alla pratica autonoma in psicologia, ma alcune competenze acquisite possono essere utilizzate, anche in piena autonomia, in una serie professioni riguardanti i servizi alla persona. Per quanto riguarda le lauree magistrali offerte dal Dipartimento di Psicologia dell’Università di Milano-Bicocca, il Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche permette di raggiungere i requisiti minimi di ammissione a ciascuna di esse (fermo restando che i posti disponibili in alcune lauree magistrali sono ati).

Crediti per attività pratiche e di laboratorio

I 14 CFU di attività formative nell’ambito delle altre conoscenze utili per l’inserimento nel mondo del lavoro (8 CFU nel secondo anno e 6 CFU nel terzo anno) possono essere acquisiti scegliendo tra una vasta offerta di laboratori. Alcuni laboratori consentono di acquisire 2 CFU e prevedono 16 ore di lavoro in aula. Altri consentono di acquisire 4 CFU, che corrispondono a 24 ore di lavoro in aula. Infine, alcuni laboratori consentono di acquisire 6 CFU e prevedono 32 ore di lavoro in aula. Le restanti ore di lavoro a copertura del valore in CFU sono svolte individualmente dallo studente.

Le attività di laboratorio (con l’ovvia eccezione dei laboratori associati ai corsi che non rientrano in questi 14 CFU) NON sono associate ad alcun corso, e l’accesso ad esse NON è condizionato all’aver frequentato corsi specifici (pur richiedendo iscrizione, e fermo restando che ogni laboratorio è caratterizzato da un numero minimo e massimo di frequentanti per turno).

Le attività di laboratorio non comportano esami finali. Tuttavia, l’attribuzione dei CFU previsti dall’attività di laboratorio è soggetta ad una valutazione del docente dell’attività svolta, con controllo dell’assiduità della frequenza (almeno il 75% delle ore previste).

Infine, esistono altri modi per acquisire parte dei 14 CFU di attività pratiche previste. Lo studente può:

1) partecipare a corsi di formazione, workshop, seminari o congressi, su temi coerenti con quelli del Corso di laurea, presentando successivamente un attestato di frequenza. Il numero di CFU acquisibili è commisurato all’impegno orario richiesto. L’acquisizione dei CFU avviene sulla base di un esposto rivolto al CCD Triennali;

2) partecipare, previo consenso informato, ad esperimenti svolti all’interno del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Milano-Bicocca. L’esposto con la richiesta di accreditamento deve essere inoltrato dallo studente al CCD Triennali, controfirmata dal responsabile della ricerca di cui l’esperimento fa parte. Il numero di CFU acquisibili è commisurato all’impegno orario richiesto, certificato dal responsabile della ricerca.

I CFU acquisiti nei due modi al punto 1) e 2) non possono essere più di 4, nel corso dell’intero arco di studi del Corso di laurea, e sono approvabili, per ciascun anno di corso, quando assommano ad almeno 2 CFU.

Tirocinio obbligatorio

I 4 CFU relativi al tirocinio formativo e di orientamento potranno essere acquisiti iscrivendosi e frequentando le classi di tirocinio attivate dal Dipartimento in diverse aree tematiche, o svolgendo tirocinio per circa 100 ore presso una delle strutture esterne convenzionate con l’Ateneo, reperibili presso il servizio stage di Ateneo (http://www.stage.unimib.it/). Informazioni più approfondite sulle modalità di richiesta di approvazione di un tirocinio esterno, per l’offerta relativa ai tirocini interni e le modalità di iscrizioni ad essi, saranno reperibili sulle pagine del Servizio, Tirocini, Esami di Stato e Stage del sito del Dipartimento di Psicologia. I CFU saranno attribuiti solo previa valutazione positiva dell’attività svolta (con controllo dell’assiduità della frequenza) da parte del tutor responsabile della classe di tirocinio o del tutor afferente alla struttura convenzionata (a seconda che sia un tirocinio interno o esterno).

Prova finale

Alla prova finale vengono assegnati 4 CFU sui 180 del percorso formativo, corrispondenti ad un carico di lavoro di circa 100 ore complessive. La prova finale consiste nella presentazione di un elaborato individuale in forma scritta (o di un prodotto multimediale di analogo impegno), anche redatto in inglese, che viene valutato da una Commissione di Laurea la cui composizione è regolata dal Regolamento didattico di Ateneo. La Commissione esprime la valutazione in centodecimi, tenendo conto dell’andamento complessivo della carriera dello studente. La relazione intende dimostrare la raggiunta capacità dello studente di approfondire – guidato da un docente relatore – una tematica specifica tra quelle affrontate nei corsi o oggetto di esperienze pratiche o di tirocinio formativo. La relazione può riguardare discipline anche non psicologiche purché oggetto di insegnamenti presenti nel Corso di laurea. Prima della sessione di laurea gli studenti dovranno presentare domanda di laurea alla Segreteria Studenti di Ateneo, nei tempi e modi da loro previsti.

Chiarimenti relativi alla prova di lingua inglese e al relativo “sbarramento”

L’acquisizione dei 3 CFU relativi alla conoscenza della lingua inglese avviene secondo le modalità stabilite dall’Ateneo per l’acquisizione dei crediti di lingua straniera. I crediti relativi alla conoscenza dell’inglese debbono essere acquisiti prima di poter sostenere gli esami del secondo e del terzo anno (delibera Senato Accademico del 3/7/2006). Gli studenti che sono in possesso di una delle certificazioni linguistiche di livello “B1” o superiore relative alla lingua inglese, purché tale competenza sia certificata da uno degli Enti accreditati dall’Ateneo, possono richiedere il riconoscimento di tale certificato a sostituzione della prova di lingua inglese. A tal fine lo studente dovrà produrre, all’atto della formalizzazione della propria iscrizione, un’autocertificazione.

Chiarimenti relativi alla prova di abilità informatiche e al relativo “sbarramento”

I 3 CFU relativi alla verifica della conoscenza dell’informatica sono acquisiti secondo le modalità stabilite dall’Ateneo per l’acquisizione dei crediti di informatica. I crediti relativi alle competenze informatiche debbono essere acquisiti prima di poter sostenere gli esami del secondo e del terzo anno (delibera Senato Accademico del 3/7/2006). L’acquisizione dei crediti relativi all’informatica potrà avvenire anche tramite presentazione di una certificazione secondo quanto stabilito dalla commissione di Ateneo.

Svolgimento dei corsi e frequenza

Le lezioni dei corsi sono ripartite su due semestri, secondo quanto stabilito dal calendario di Ateneo. Per molti dei corsi obbligatori è previsto lo sdoppiamento: cioè, il corso viene tenuto due volte l’anno. L’assegnazione degli studenti all’uno o all’altro dei due turni è stabilita dal CCD Triennali. Per l’anno accademico 2013/2014 la suddivisione si basa sulla cifra finale del numero di matricola: Turno A = 0-4; Turno B = 5-9. Anni di esperienza didattica hanno dimostrato che un’assidua frequenza a tutti i corsi, fin dal primo giorno di lezione, è uno dei principali fattori in grado di determinare il successo agli esami e la complessiva capacità dello studente di portare a termine il Corso di Studi proficuamente.

Programmi d’esame

Ad ogni corso e ad ogni esame corrisponde un programma d’esame, a suo tempo reso disponibile dal docente del corso. La validità del programma d'esame e della relativa bibliografia di studio è ata al solo anno accademico in cui il corso è stato frequentato. Allo scadere dell’ultimo appello della sessione autunnale il programma del corso non è più valido, ed è sostituito dal programma d’esame indicato per l’edizione del corso che si terrà nel nuovo anno accademico. Solo per i corsi del secondo semestre la validità del programma d'esame è prorogata fino alla sessione invernale d’esame del successivo anno accademico.

Piano degli studi

Il piano degli studi è l’insieme delle attività formative, di qualsiasi tipo, che lo studente deve o sceglie di affrontare nel corso di studio. Anche se al momento dell’iscrizione allo studente è automaticamente attribuito un piano degli studi “statutario” che comprende solo le attività formative obbligatorie, successivamente lo studente deve presentare un proprio piano degli studi con l’indicazione delle attività a scelta (laboratori ed esami) che intende seguire. Il piano degli studi deve essere approvato dal CCD Triennali. Le modalità e le scadenze di presentazione (o di modifica) del piano sono definite dall’Ateneo. Lo studente può sostenere solo gli esami e le prove di verifica relative alle attività indicate nel suo piano degli studi vigente.

Europsy

In Europa esiste una convenzione, denominata Europsy, che stabilisce i criteri per la certificazione europea di uno psicologo. Uno psicologo certificato in Europa è qualificato per esercitare la sua professione in uno qualsiasi degli Stati dell’Unione. Il percorso, prima di ottenere la certificazione, è piuttosto lungo, va ben oltre il conseguimento di una laurea Magistrale, e non è opportuno illustrarlo in dettaglio in questa sede. Tuttavia, i criteri per la certificazione cominciano ad applicarsi fin dal primo gradino della formazione, cioè la laurea triennale. Uno studente che non rispetti questi criteri non potrà, successivamente, rivendicare la certificazione. Gli studenti che progettano di chiedere, in futuro, la certificazione Europsy dovranno quindi organizzare un piano degli studi adeguato a soddisfare i criteri Europsy. Il Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche consente di soddisfare i criteri scegliendo accuratamente tra gli esami a scelta guidata e a scelta completamente libera.

Ai fini del riconoscimento della certificazione di base Europsy devono essere soddisfatti i seguenti requisiti:

● 15 CFU in Teoria non Psicologica: il requisito è automaticamente soddisfatto dall’esame a scelta guidata previsto al secondo anno (a scelta tra gli SSDM-FIL/02,MFIL/06, M-STO/05, SPS/07) e dall’esame obbligatorio del primo anno inserito nel settore BIO/13.

● 100 CFU in “Corsi teorici ed esercizi pratici” di psicologia computati considerando i corsi afferenti ai raggruppamenti scientifico disciplinari M/PSI (escluso M-PSI/03): 80 CFU sono coperti dai corsi obbligatori del primo, secondo e terzo anno. Per soddisfare il criterio nel piano degli studi gli studenti devono avere cura di inserire tra gli esami a scelta del terzo anno e tra quelli a scelta completamente libera 3 esami che consentono l’acquisizione di CFU in Discipline psicologiche (codice M-PSI) non di area M-PSI/03.

● 30 CFU in "Metodologia”; in questa categoria vengono computati i crediti di M-PSI/03, ma anche crediti di competenze strumentali, come informatica, matematica e statistica, e fino 25% degli insegnamenti metodologici dei raggruppamenti M-PSI: 19 CFU sono coperti dai crediti obbligatori diM-PSI/03 e dai crediti di informatica. Per soddisfare il criterio gli studenti devono scegliere almeno altri 11 CFU tra laboratori abbiano la parola “metodi” o “metodologie” nel titolo o tra corsi del settore M-PSI/03 o corsi di statistica, informatica o matematica.

Il sito di riferimento per Europsy è http://www.inpa-europsy.it/

Attività di orientamento e tutorato

Il Dipartimento fornisce agli studenti iscritti molti servizi: il tutoring online, il Servizio di Consulenza Psicosociale per l’Orientamento e il Centro di Counselling Psicologico. Per informazioni su questi servizi visitare il sito www.psicologia.unimib.it/orientamento. I servizi aiutano a risolvere le difficoltà degli studenti, dalle più comuni alle più complesse.

Info